News

10 Ago 2018 – Cena dei Rioni 21a Edizione “Arte e Legalità… Sotto le Stelle!”

i ago 11th No Comments by




RASSEGNA STAMPA: GAZZETTA DEL SUDGazzetta del Sud - Ponti Pialesi - Cena-dei-rioni 2018 "Arte e Legalità... Sotto le Stelle!"

RASSEGNA STAMPA: IL QUOTIDIANO DELLA CALABRIAIL QUOTIDIANO DELLA CALABRIA- Ponti Pialesi - Cena dei Rioni 2018 "Arte e Legalità... Sotto Le Stelle



12 Apr 2018 – Presentazione Bando di Partecipazione “Legalità! Riscatto e Denuncia: gli avvenimenti italiani degli ultimi 40 anni”

i apr 14th No Comments by



Gazzetta del Sud - Conferenza Stampa Presentazione Bando "Legalità! Denuncia e Riscatto"

Gazzetta del Sud – Conferenza Stampa Presentazione Bando “Legalità! Denuncia e Riscatto”



5 Gennaio 2018 – Convegno “Cibo e Ambiente… in Salute!”

i gen 2nd No Comments by



PONTI PIALESI - Convegno "Cibo e Ambiente... in Salute! " - 5 Gennaio 2018

PONTI PIALESI – Convegno “Cibo e Ambiente… in Salute! ” – 5 Gennaio 2018



17 dicembre 2017 – Concerto “Costruiamo Ponti di Pace”

i dic 17th No Comments by



Villa San Giovanni . Un Concerto per abbattere il muro dell’indifferenza e costruire “Ponti di Pace”

La musica è un’arte che, in tutte le sue espressioni e interpretazioni, è stata sempre fonte di ispirazione ed espressione di nobili sentimenti e valori, come la pace, la e solidarietà e la cooperazione.

Questo è stato il messaggio che si è voluto trasmettere con il concerto: “Costruiamo Ponti di Pace”, realizzato giorno 17-12-2017, alle ore 19,00, che ha avuto come protagonista il coro costituito dagli alunni della classe II A dell’ Istituto “Giovanni XXIII”, presso il presidio della legalità “ Antonino Scopelliti “ a Piale, sede della mostra artistica collettiva“Tra arte e cultura mediterranea”, realizzata e curata dall’associazione socio-culturale“Ponti Pialesi “.

L’ evento, inserito nel vasto programma d’iniziative, realizzate all’interno della ventunesima edizione della manifestazione “ A proposito di…Natale “, attestando la costruttiva collaborazione tra scuola e territorio, è stato effettuato in occasione dell’arrivo della Luce della pace 2017.

Proveniente dalla grotta di Betlemme, portata dagli scout in giro per l’ Europa, accolta da esponenti delle diverse culture, etnie e comunità religiose, è il simbolo della pace e della concordia tra i popoli e le religioni e sarà ospitata, presso il Presidio della Legalità”A. Scopelliti”, fino al 5  gennaio.

lI coro si è esibito nell’esecuzione di canti polifonici plurilingue, con un repertorio rispondente e complementare ai temi proposti dall’associazione, vincere l’indifferenza per conquistare la pace intesa come forma di impegno attivo e gratuito teso a venire incontro a chi ne ha bisogno.

Il senso della manifestazione di quest’ anno è stata credere nella capacità dell’ umanità di agire insieme, in solidarietà, avendo a cuore i membri più fragili e la salvaguardia del bene comune.

In una sala gremita di gente, con  presepi artigianali, pitture e sculture, come sfondo scenografico, si è svolto uno spettacolo significativo, che ha fortemente emozionato e coinvolto il pubblico presente.

Carolina Arena

FONTE: http://www.villaedintorni.it/2018/01/02/villa-san-giovanni-un-concerto-abbattere-muro-dellindifferenza-costruire-ponti-pace/

Ponti Pialesi - Coro "Costruiamo Ponti di Pace" - Classe II A Scuola Elementare Giovanni XXIII di Villa San Giovanni (RC)

Ponti Pialesi – Coro “Costruiamo Ponti di Pace” – Classe II A Scuola Elementare Giovanni XXIII di Villa San Giovanni (RC)

 


19 Dicembre 2017 – Proiezione Video – KAJIN – Dov’è la Vita? – Dibattito “Il Coraggio dell’Accoglienza”

i dic 10th No Comments by



Ponti Pialesi - A Proposito di Natale 2017 - Presentazione del Video KAJIN - Dov'è la Vita?

Ponti Pialesi – A Proposito di Natale 2017 – Presentazione del Video KAJIN – Dov’è la Vita?



17 Dicembre 2017 – Accoglienza della Luce della Pace 2017

i dic 10th No Comments by



PONTI PIALESI - A Proposito di Natale 2017 - Accoglienza Luce della Pace

PONTI PIALESI – A Proposito di Natale 2017 – Accoglienza Luce della Pace



7 Dicembre 2017 – Presentazione del Libro “Il Presepe Meridionale – Arte, Storia, Tradizione ” di Antonio Gambacorta

i dic 6th No Comments by



PONTI PIALESI - A Proposito di Natale 2017 - Presentazione del Libro "Il Presepe Meridionale, Arte, Storia, Tradizione" di Antonio Gambacorta

PONTI PIALESI – A Proposito di Natale 2017 – Presentazione del Libro “Il Presepe Meridionale, Arte, Storia, Tradizione” di Antonio Gambacorta



2 Dicembre 2017 – A Proposito di…Natale! 21a Edizione – Abbattiamo i Muri dell’Indifferenza

i nov 29th No Comments by



PONTI PIALESI - A Proposito di... Natale ! - 21a Edizione - Abbattiamo di Muri dell'Indifferenza

PONTI PIALESI – A Proposito di… Natale ! – 21a

Ponti Pialesi - Mostra Artistica Collettiva - A Proposito di... Natale ! 2017
Ponti Pialesi – Mostra Artistica Collettiva – A Proposito di… Natale ! 2017

Edizione – Abbattiamo di Muri dell’Indifferenza



9 Agosto 2017 – Commemorazione del Giudice A. Scopelliti

i ago 10th No Comments by



9-agosto-2017 - COMMEMORAZIONE GIUDICE SCOPELLITI

9-agosto-2017 – COMMEMORAZIONE GIUDICE SCOPELLITI

9 Agosto 2017

 


19-20 MAGGIO 2017 URBANISTICA E LEGALITA’ IN CALABRIA

i mag 13th No Comments by



URBANISTICA E LEGALITA' IN CALABRIA - PONTI PIALESI

URBANISTICA E LEGALITA’ IN CALABRIA – PONTI PIALESI



Natale 2016 – A Proposito di… Natale ! – “Vinciamo l’Indifferenza”

i dic 13th No Comments by



 A Proposito di… Natale! –  20° Edizione 2016

 VI Edizione Mostra dei Presepi Artistici

  l’associazione socio-culturale Ponti Pialesi, è lieta di presentare la Manifestazione A proposito di… Natale, giunta al suo ventesimo anno.

 “Vinciamo l’Indifferenza per Conquistare la Pace”

E’ Il tema di questa edizione, lo stesso usato nell’ ultima edizione della Marcia della Pace PerugiAssisi del 9 ottobre scorso,  alla quale Ponti Pialesi ha partecipato anche in rappresentanza della città di Villa San Giovanni; lo stesso Flavio Lotti, organizzatore della marcia infatti afferma “La pace non è qualcosa di astratto, non è la sola mancanza di guerre. La pace è anche solidarietà per le tragedie degli altri popoli, la pace è accoglienza per la gente che fugge dalle tragedie“.  E’ qui il senso della manifestazione di quest’anno; credere nella capacità dell’umanità di agire insieme in solidarietà, avendo a cuore i membri più fragili e la salvaguardia del bene comune.

 Nell’ambito di tale manifestazione si svolgerà la tradizionale Mostra dei Presepi, arrivata alla sesta edizione dove i protagonisti sono, come sempre, appassionati, giovani e meno giovani,  della tradizione presepistica provenienti da tutta la provincia reggina e oltre.

La mostra, la cui inaugurazione è prevista per Domenica 11 Dicembre alle ore 17,00, si terrà nei locali dell’associazione sita a Piale di Villa San Giovanni c/o il Presidio della legalità A. Scopelliti fino all’ 14 gennaio.

Oltre all’ esposizione presepiale i locali ospiteranno:

- Gli Invisibili”, una Mostra Fotografica  correlata da un video reportage del viaggio di solidarietà che il gruppo di volontari  “Carovana Solidale Calabrese” ha intrapreso all’interno dei campi profughi di guerra situati ai confini della Grecia

- La Raccolta Solidale “Vinci L’Indifferenza”, una raccolta fondi destinata a fornire aiuti umanitari soprattutto ai bambini, profughi di guerre; un gesto di solidarietà per Abbattere e Vincere i muri l’indifferenza attraverso piccole azioni concrete e immediate a sostegno dei bisogni e delle speranze di chi ci sta vicino.

- La Luce della Pace da Betlemme dal 18 Dicembre

La Luce della Pace da Betlemme è un’iniziativa internazionale cominciata nel 1986 in Austria; l’accensione di una lampada nella grotta della Basilica della Natività di Betlemme portata dai gruppi scout nella maggior parte dei paesi europei per diffondere la cultura della Pace, dell’Amicizia e della Solidarietà.

Arriva al nostro Presidio della Legalità proprio nella ricorrenza della Giornata Mondiale della Migrazione  e sarà accolta  da  vari esponenti di diverse culture, etnie e comunità religiose, con un momento di riflessione a sostegno della convivialità per la cooperazione tra i popoli.

Seguirà la proiezione del video reportage “RAJIN – Dov’è la vita?”  di Maurizio Marzolla del viaggio umanitario nei campi profughi condotto dal gruppo di volontari “Carovana Solidale Calabrese”

- I tradizionali Eventi Musicali  :

Il Concerto Pianistico della “Scuola Krescendodi  Natalia Socolova

Giovedì 5 Gennaio – ore 19,00 Chiesa S. Croce , Piale di Villa San Giovanni

 

Il Concerto “Vinci l’Indifferenza” del Coro Polifonico Dominicus                                                                          

Cappella Musicale del Santuario San Domenico in Soriano

Domenica 8 gennaio– ore 19,00 Chiesa Santa Croce  – Piale di Villa San Giovanni

 

Il Concerto “Espressioni D’Arte” dell’Associazione Creative Style di Tiziana Pettinato

Domenica 8 Gennaio – ore 17,00 , Presidio della Legalità A. Scopelliti , Piale di Villa San Giovanni

 

 Apertura mostra presepi: ore 17,30-20,00 giorni: 11-17-18-23-26-30 Dicembre, 1-7-8 Gennaio 2017

 Per le visite delle scolaresche e/o associazioni prenotazione al numero: 339/3643884 

PONTI PIALESI APROPOSITO DI...NATALE 2016

PONTI PIALESI APROPOSITO DI…NATALE 2016



13 nov 2016 – Premiazioni 15a Edizione IMMAGINI A CONFRONTO

i nov 13th No Comments by



PONTI PIALESI - PREMIAZIONE  IMMAGINI A CONFRONTO 2016

PONTI PIALESI – PREMIAZIONE IMMAGINI A CONFRONTO 2016

PONTI PIALESI - PREMIAZIONE  IMMAGINI A CONFRONTO 2016
PONTI PIALESI – PREMIAZIONE IMMAGINI A CONFRONTO 2016

PONTI PIALESI - PREMIAZIONE  IMMAGINI A CONFRONTO 2016
PONTI PIALESI – PREMIAZIONE IMMAGINI A CONFRONTO 2016

PONTI PIALESI - PREMIAZIONE  IMMAGINI A CONFRONTO 2016
PONTI PIALESI – PREMIAZIONE IMMAGINI A CONFRONTO 2016



11-12-13 novembre – 15a Edizione Immagini a Confronto

i nov 8th No Comments by




E’ tutto pronto per la 15° Edizione del Concorso Nazionale Video “Immagini a Confronto” organizzato dall’ Associazione socio culturale Ponti Pialesi in collaborazione con la Federalberghi e con il patrocinio del Comune di Villa San Giovanni.

Si svolgerà nei giorni 11 -12 e 13 novembre 2016, presso il Salone Epizephiri del Grand Hotel de la Ville, Villa San Giovanni (RC).

Ospite d’onore della manifestazione il regista calabrese MIMMO CALOPRESTI

IL PROGRAMMA
VENERDI’ 11 NOVEMBRE con inizio ore 10,00
Proiezione dei corti della Sez. Legalità con gli studenti

VENERDI’ 11 e SABATO 12 NOVEMBRE con inizio alla ore 17.00
Proiezioni pubbliche opere finaliste

DOMENICA 13 NOVEMBRE con inizio alle ore 17,30
Proiezioni Video Vincitori delle varie categorie e PREMIAZIONE.

Condurrà la manifestazione la giornalista Eva Giumbo.

PONTI PIALESI - IMMAGINI A CONFRONTO 15a Edizione 2016

PONTI PIALESI – IMMAGINI A CONFRONTO 15a Edizione 2016



Museo delle memorie, il messaggio di Rosanna Scopelliti: «Dalla memoria deve nascere l’impegno per salvaguardare la vera antimafia»

i lug 8th No Comments by



VILLA. Museo delle memorie, il messaggio di Rosanna Scopelliti: «Dalla memoria deve nascere l’impegno per salvaguardare la vera antimafia»

08/07/2016

 

 

scopelliti 6

VILLA SAN GIOVANNI –Non poteva mancare il messaggio di Rosanna Scopelliti, presidente della Fondazione Antonino Scopelliti, in occasione del primo appuntamento del “Museo delle memorie”, nei giorni scorsi a Piale di Villa San Giovanni, a pochi metri da dove, in quel maledetto 9 luglio 1991, il padre fu ucciso per mano della criminalità organizzata. Prima della scopertura del murales dedicato al compianto magistrato originario di Campo Calabro, è stata data lettura delle parole della figlia, neomamma e quindi impossibilita a raggiungere la “sua” Villa San Giovanni.

«Desidero ringraziare gli amici di Ponti Pialesi – ha esordito Rosanna – per l’iniziativa di oggi che dà il via ad una serie di incontri volti ad avvicinare i cittadini alle tematiche della legalità e della partecipazione. Ancora una volta Ponti Pialesi rimarca il proprio impegno al servizio dei cittadini con iniziative che vanno al di là della semplice convegnistica e che regalano al territorio segni tangibili che diventano patrimonio di ciascuno. Un murales racconta volti e storie, e in questo caso si parla della storia di mio padre, figlio di questa terra, che è stato ucciso proprio qui, nei luoghi che amava, per aver fatto scelte di onestà e dignità. Non un eroe- ha ribadito Rosanna – ma un calabrese libero, onesto e coraggioso. Papà è stato vittima di un sodalizio criminale tra ‘ndrangheta e cosa nostra, così come riportato nel libro Primo Sangue di Aldo Pecora, che analizza il delitto Scopelliti. E’ bello oggi in questo luogo simbolico raccontarne la storia, perché è dalla memoria che deve nascere l’impegno per vivere quotidianamente la legalità e per salvaguardare la vera antimafia da quella di maniera di chi, sfruttandone ideali e convinzioni, ne ha fatto un mestiere. Perché – ha concluso Rosanna – aveva ragione il giudice Rosario Livatino: “Quando moriremo, nessuno ci verrà a chiedere quanto siamo stati credenti, ma credibili”. Ringrazio ancora una volta gli amici di Ponti Pialesi e mando loro un grande in bocca al lupo per questa serie di iniziative, dandoci appuntamento al 9 agosto per la commemorazione di papà».

 

Redazione Villaedintorni.it



7 Luglio 2016 – Museo delle Memorie Primo Appuntamento “La ‘ndrangheta dalla morte del Giudice Scopelliti ad oggi”

i lug 7th No Comments by




 

9 luglio 2016

 

Villa. Piale, il procuatore De Raho scopre murales dedicato al giudice Scopelliti: partito il progetto “Museo delle Memorie”

di CONSOLATA MAESANO (villaedintorni.wordpress.com)

VILLA SAN GIOVANNI – Il territorio si incontra per rendere omaggio alla memoria di uno tra i più illustri uomini della sua storia recente: il magistrato campese Antonino Scopelliti, assassinato dalla mafia il 9 agosto del 1991. La sua figura e l’evoluzione della ‘ndrangheta nell’ultimo quarto di secolo sono state difatti oggetto di un convegno organizzato dall’associazione culturale Ponti Pialesi, svoltosi giovedì  pomeriggio. L’iniziativa ha rappresentato il primo appuntamento del progetto culturale del museo delle memorie, presso il presidio della legalità “Antonino Scopelliti” di Piale di Villa San Giovanni.

I lavori si sono aperti coi saluti della figlia del magistrato, Rosanna Scopelliti, che attraverso una lettera ha ringraziato l’associazione per l’iniziativa: “Mio padre era un figlio di questa terra che è stato ucciso proprio qui, nei luoghi che amava, per aver fatto scelte di onestà e dignità. Non un eroe, ma un calabrese libero, onesto e coraggioso. Papà è stato vittima di un sodalizio criminale tra cosa nostra e ‘ndrangheta. È bello oggi raccontarne la storia in questo luogo simbolico, perché è dalla memoria che deve nascere l’impegno per vivere quotidianamente la legalità e per salvaguardare la vera antimafia”.

E’ dunque seguita l’esposizione di un murales raffigurante il compianto magistrato, realizzato dagli artisti Rocco Caricato e Davide Ricchetti. Per l’occasione sono stati resi consultabili gli articoli dell’attentato, messi a disposizione dalla famiglia del giornalista villese Pepè Caminiti.

Ospiti d’eccezione il procuratore capo di Reggio Calabria Federico Cafiero De Raho, giunto a sorpresa a Piale per scoprire il murales dedicato a Scopelliti; in rappresentanza della Dda reggina è arrivato anche Roberto Di Palma, tra i relatori al tavolo dell’incontro. De Raho ha commentato con soddisfazione l’evento: “Manifestazioni come queste risvegliano l’onore e la dignità di questa terra e sono il mezzo migliore per onorare la memoria del giudice Scopelliti. È un segnale che in questo territorio tante cose stanno cambiando”.

Il dibattito è dunque entrato nel vivo, con gli interventi dei relatori: il professore Enzo Ciconte e Roberto di Palma, moderati dal giornalista Michele Albanese, sotto scorta per aver raccontato le vicende degli inchini nella Piana di Gioia Tauro.

Ciconte ha posto l’attenzione sul mistero che continua ad avvolgere l’attentato: “E’ gravissimo che, a venticinque anni di distanza dall’omicidio, non sia stata giuridicamente accertata la verità e che manchino tuttora mandati e esecutori. Si tratta di una situazione inaccettabile. Vige ormai unanimità circa l’interpretazione del delitto quale accordo tra cosa nostra e ‘ndrangheta, ma continua a persistere quell’alone di mistero. Scopelliti era un personaggio scomodo per la mafia siciliana: avrebbe dovuto rappresentare la pubblica accusa nel maxiprocesso contro cosa nostra e i vari tentativi di corruzione si rivelarono infruttuosi. Scopelliti infatti era un giudice tutt’altro che accomodante: l’unica soluzione si rivelò il suo omicidio. In cambio, cosa nostra intervenne per far cessare la seconda guerra di ‘ndrangheta”.

Il dibattito è proseguito ponendo l’accento sulla dimensione extraterritoriale della mafia calabrese: “Se prima si diceva che la ‘’ndrangheta fosse un fenomeno del sud, squisitamente calabrese adesso invece si sente spesso ripetere che i calabresi abbiano esportato la ‘ndrangheta al di fuori della regione, che l’abbiano fatta giungere nel nord Italia, in Europa, negli altri continenti. Ma si dimentica di sottolineare un elemento fondamentale: le tantissime vittime della ‘ndrangheta calabresi”.

Di Palma si è soffermato sul quadro della sinergia tra le due associazioni criminali: “Tra le due mafie i contatti furono intensi e determinarono una serie di scambi di favori in differenti ambiti. Ad esempio quello militare: le due organizzazioni si scambiavano reciprocamente killer. Anche a livello economico, ci furono ditte calabresi in territorio siciliano e viceversa. Poi la ‘ndrangheta iniziò a divenire leader mondiale nel narcotraffico. Cosa nostra chiede soprattutto infiltrazioni nella politica e nelle istituzioni, chiede coperture e permeazioni all’interno dello stato. Questi meccanismi condizionano in pieno le scelte economiche: si pensi all’attenzione per le opere pubbliche e per i loro appalti”.

Unanime l’invito lanciato nel corso del dibattito, un invito alla dignità, all’onestà, al coraggio, che poi non è altro che un invito alla normalità, un invito a rifiutare qualsiasi patto con la criminalità organizzata, a non essere in qualche modo complici, omertosi, perché è dal silenzio e dalla paura altrui che la ‘ndrangheta trae forza. Tutti devono fare la propria parte per sconfiggere il cancro che impedisce la crescita della Calabria, cittadini e istituzioni. E un segnale forte è necessario anche e soprattutto dallo Stato, che deve offrire più strumenti per portare avanti la lotta contro le ‘ndrine.

A conclusione dell’incontro è intervenuto il presidente di Ponti Pialesi Francesco Marcianò, che ha ringraziato per i contributi all’evento ed ha espresso soddisfazione per l’avvio del progetto di cultura legalitaria “Museo delle memorie”.

scopelliti 6
scopelliti 5
scopelliti 4
scopelliti 3
scopelliti 2
scopelliti 1
Ponti Pialesi - Museo delle Memorie: Primo Appuntamento "La 'ndrangheta, dalla morte del Giudice Scopelliti ad oggi"

Ponti Pialesi – Museo delle Memorie: Primo Appuntamento “La ‘ndrangheta, dalla morte del Giudice Scopelliti ad oggi”